Il diabete felino in parole povere

Appena scopri che il tuo gatto ha il diabete ti senti disorientato, inoltre non è una malattia facile da capire. Le domande che ci si pone sono molteplici: cos’è l’insulina? In che modo influisce con la salute del mio gatto? Perché il mio gatto ne ha bisogno?

Per rispondere a queste domande ti riporto qui una spiegazione semplice, ma chiara, di cosa è il diabete, lasciando perdere paroloni complicati e termini tecnici. Questa spiegazione è la traduzione dell’originale inglese pubblicata sul sito felinediabetes.com.

Diabete. Cos’è cosa non è, e comprendere la differenza.

Scritto da Michele (un’infermiera) and Esse membro del forum felinediabetes.com

Così, hai appena ricevuto la notizia dal veterinario. Il tuo tesoro peloso ha il diabete! Iniezioni di insulina, analisi del sangue, valori della glicemia, infezioni. La vita come la conoscevi è rovinata.

Lo è?

No, non proprio. Ci sono un sacco di cose da imparare sul diabete, alcune cose nuove da aggiungere al tran-tran quotidiano, ma onestamente, starai più che bene.

Capire il diabete è il punto migliore da cui iniziare. Che cosa è, che cosa non è, ciò che sta accadendo nel corpo e come controllarlo sono solo i primi bit di informazione di cui avrai bisogno. Con una buona comprensione, cavalcherai la situazione in poco tempo.

Lo zucchero. Ciò che mettiamo nel nostro caffè, mangiamo nei dolci, beviamo nelle bibite. Zucchero. È ovunque. Ed è importante.

A cosa serve l’insulina

Il corpo ha bisogno di una certa quantità di zucchero per produrre energia sufficiente per continuare a vivere. Immaginiamo una cellula come un piccolo globo, con delle “porte” che conducono dentro e fuori da essa. Questa è la struttura di base della cellula. Dal sangue, alcuni elementi come il sale, lo zucchero e le proteine ​​trovano la loro “porta” speciale, entrano nella cellula e la alimentano con quello di cui necessita per fare il suo lavoro: produrre un’altra cellula, un ormone o energia, o anche tutto questo e di più. Alcune cellule hanno molti compiti, altre solo uno o due, ma tutte sono importanti per la salute del corpo.

Per quanto riguarda lo zucchero, la “porta” della cellula ha una serratura. L’insulina, un ormone, ha la chiave. Chiamo l’insulina una “chiave”, perché se una molecola di zucchero e una molecola di insulina si tengono per mano, l’insulina può aprire la porta della cellula, lasciare che lo zucchero entri e poi chiudere la porta dietro di sé; ma senza insulina, non c’è una chiave per aprire la porta. Lo zucchero può bussare alla porta per tutto il giorno, ma non succede nulla; la cellula non può aprire la porta e lasciare entrare lo zucchero da sola.

A cosa serve lo zucchero

Ma la cellula ha bisogno di zucchero. Per produrre energia, o per creare una nuova parete cellulare, o per creare una proteina, la cellula non può fare il proprio lavoro senza zucchero. Ogni cellula vivente ha bisogno di zucchero – in particolare le cellule del cervello – e se non ce n’è a disposizione, le cose nel sistema iniziano ad andare male. Il corpo non può produrre energia, e senza energia, il corpo non può eseguire i suoi normali compiti come far scorrere il sangue, permettere ai segnali provenienti da nervi di raggiungere i luoghi dove dovrebbero arrivare, e, alla fine, la respirazione e il pensiero vengono colpiti e talvolta interrotti. Non va tanto bene, vero?

L’insulina è la chiave della porta. Se non vi è l’insulina, lo zucchero non può entrare nelle cellule. Se le cellule non hanno zucchero, non possono funzionare. Abbastanza semplice.

Da dove viene lo zucchero

Da dove viene lo zucchero? Per lo più dagli alimenti che mangiamo. C’è zucchero che mangiamo – roba zuccherata (come il caffè e il tè), zucchero dalle proteine ​​(come carne e legumi), e zucchero dai carboidrati (come pane, patate, cereali, riso, pasta). I gatti hanno bisogno di molti meno carboidrati degli esseri umani, quindi quando diamo loro i carboidrati, si trasformano in zucchero che non possono usare. I gatti in realtà non bevono bevande zuccherate, o mangiano il gelato (beh … in realtà ad uno dei miei il gelato piace, ma comunque…). I loro corpi sono stati progettati per estrarre abbastanza zucchero per le esigenze delle loro cellule dalle proteine e non dalla roba zuccherata o dai carboidrati.

Troppo zucchero

Quando c’è troppo zucchero nel sistema, gli altri organi devono lavorare di più per smaltire lo zucchero. Il fegato, i reni e il sistema circolatorio vanno alla massima potenza e fanno del loro meglio per rimuovere lo zucchero in più dal corpo. Il fegato lo prende e lo nasconde per usarlo in futuro. Una volta che questo accade, e c’è ancora zucchero di troppo, i reni lo aggiungono all’urina, e lo zucchero viene espulso dal corpo attraverso la pipì. Ma dopo un po’, a volte lo stoccaggio del fegato è pieno, e i reni non possono più aggiungere altro zucchero nelle urine, e il sistema sanguigno deve mantenere lo zucchero finchè non cambia qualcosa. Ed è allora che otteniamo numeri “alti” di zucchero nel sangue.

Da dove viene l’insulina

Beh, che dire dell’insulina? Da dove proviene? Viene dal pancreas. Il pancreas è un piccolo organo che si trova sopra la parte superiore dello stomaco e vicino al fegato. Ci sono cellule speciali chiamate “cellule beta” che producono solo l’ormone insulina; questo è tutto il loro lavoro. Esse non fanno nient’altro tranne produrre insulina. Quando il corpo si accorge che le cellule non hanno abbastanza zucchero, l’insulina esce dal pancreas, insegue una molecola di zucchero, e la accompagna nella cellula che ne ha bisogno per fare tutto ciò che è la cellula fa – pensieri, conduzione nervosa, energia per il movimento o la costruzione di nuove cellule. Qualsiasi sia il compito della cellula.

Poca insulina

Quindi, perché non c’è abbastanza insulina? Perché le cellule beta sono danneggiate in qualche modo. A volte è temporaneo. Talvolta è permanente. Può essere dovuto ad un virus, infezioni, traumi, alcuni farmaci (steroidi), o anche solo perché le abbiamo esaurite con troppo zucchero o il consumo di carboidrati. Ma qualunque sia la causa, le cellule beta non funzionano più; il che significa che non possono inviare insulina per accompagnare lo zucchero nella cellula; che poi significa che la cellula non può fare il suo lavoro. Questo si chiama diabete.

Il diabete

Quello che si vede a questo punto è una quantità elevata di zucchero nel sangue. I misuratori contano soltanto lo zucchero che non può essere portato nelle cellule, di solito a causa di una mancanza di insulina. Vedremo anche cose come un sacco di pipì e un sacco di acqua bevuta, un sacco di fame, perdita di peso, perdita di pelo, cambiamenti della pelle. Tutto questo perché non c’è zucchero disponibile per permettere alle cellule di fare il loro lavoro.

Le iniezioni di insulina

Quando mettiamo l’insulina nel corpo, stiamo sostituendo l’ormone che il nostro corpo produce naturalmente. Questa sostituzione prende lo zucchero dal sangue e lo porta nelle cellule, permettendo loro di utilizzarlo per il loro lavoro. Quando si ha abbastanza insulina e il giusto livello di zucchero, la minzione diventerà normale, mangiare diventerà meno frenetico, la crescita del pelo riprenderà, e l’energia verrà ripristinata. Come mai? Perché tutte le cellule stanno ottenendo ciò di cui hanno bisogno, e sono in grado di fare di nuovo il loro lavoro.

Tutto a causa di un piccolo ormone chiamato insulina.

Troppa insulina

Ma troppa insulina è in realtà molto più pericolosa che troppo poca. Immagina tutte queste molecole di insulina in piedi vicino alla porta della cellula, in attesa che lo zucchero attraversi il loro percorso, in agguato, aspettando. Appena una molecola di zucchero si avvicinerà, l’insulina la rapirà, la getterà nella cellula, e sbatterà la porta (io la chiamo “Insulin Gestapo”). Bene, andando avanti per un po’, non rimarrà abbastanza zucchero per il resto delle cellule, giusto? È per questo che trattiamo bassi livelli di zucchero aggiungendo lo zucchero nel sistema – in modo da esaurire l’Insulin Gestapo e permettere alle cellule che ne hanno bisogno di ottenerlo e fare il loro lavoro. Questa è l’idea che sta dietro il dare da mangiare quando si hanno bassi livelli di zucchero; stiamo esaurendo l’eccesso di insulina e cercando di creare un equilibrio tra lo zucchero disponibile e insulina sufficiente a permettere allo zucchero di entrare nella cellula, impedendo a una molecola di insulina iperattiva di rapire lo zucchero e gettarlo nella prima cellula disponibile trovata.

L’equilibrio

Quindi trovare l’equilibrio – il corretto rapporto tra zucchero e insulina – è importante. L’unico vero modo per farlo è quello di testare il sangue molto spesso e vedere quanto zucchero è rimasto nel sangue, e a che ora è lì. Siamo in grado di ridurre o aumentare l’insulina sulla base di tali informazioni, e migliorare l’apporto di zucchero per le cellule in modo che sia continuo e regolare. Ma è vitale sapere quanto zucchero è nel flusso sanguigno in un dato momento, perché non vogliamo creare la Insulin Gestapo. L’unico modo per sapere ciò, è quello di testare. E testare. E testare.

Il diabete è una malattia abbastanza semplice da capire. Ma è importante capirlo davvero, perché la chiave è l’equilibrio tra zuccheri e insulina. Questo è la “sugar dance”, come la chiamiamo. L’entrata e l’uscita dello zucchero e dell’insulina dalle cellule, la sostituzione dell’insulina che il corpo non può produrre per qualche motivo, e la ricerca della giusta quantità di insulina da dare in modo che ci sia abbastanza zucchero nel sangue, ma non troppo né troppo poco. E, tanto per nostra sfortuna, può variare di giorno in giorno, e anche di ora in ora in un giorno, a seconda del cibo, dello stress, della felicità e – diciamocelo, sono gatti; fanno quello che vogliono.

E allora perché tutta la pipì? La sete eccessiva? Il pelo ruvido, la forfora? La perdita di peso?

Sete e pipì

La troppa pipì proviene dai reni che realizzano: “Hey, c’è un sacco di zucchero qui. Ne filtriamo un po’ e lo gettiamo nelle urine così ce ne sbarazziamo”. I reni si mettono al lavoro e producono un sacco di urina in un breve lasso di tempo, che deve essere lasciata scendere nella vescica e uscire. Voilà, un sacco di pipì.

Bene, perché la sete? Perchè quando il corpo si sta sbarazzando dello zucchero, prende l’acqua dal resto del corpo per produrre l’urina, per dare allo zucchero un posto dove andare, e il risultato finale è la pipì. Il corpo si rende conto che i reni stanno usando molta acqua, più del solito, e dice: “hey, abbiamo bisogno di più acqua!” e fa scattare la sete. Quindi si beve di più, perché la pipì è in sovraproduzione, e il corpo ha bisogno di avere abbastanza acqua in esso per tutto il resto. Così aumenta anche la sete.

Pipì e bere. Bene. E per quanto riguarda la fame come se stessero digiunando?

La fame

Se le cellule del corpo pensano che non stanno ottenendo zucchero, anche se è nel sangue (ricordi la porta e la chiave?), Il corpo dice “hey, un po’ di cibo qui, così possiamo scomporlo in zucchero e portarlo nelle cellule per l’energia. Stiamo morendo di fame qui!! ” Il problema, in realtà non è la mancanza di cibo; piuttosto, è una mancanza di chiavi di insulina per portare lo zucchero nelle cellule. Ma le cellule non lo sanno. Riescono solo a capire che se arriva più cibo, saranno in grado di ottenere lo zucchero di cui hanno bisogno. Messaggio sbagliato, ma è quello che succede. Il corpo sta cercando di rimanere in vita, le cellule stanno cercando di fare il loro lavoro; ma senza zucchero (perché la porta è chiusa, e l’insulina è la chiave), non possono. Così si innesca la fame e si consuma più cibo.

Il che, naturalmente, aumenta la glicemia ancora di più. Che, a sua volta, fa sì che il fegato metta da parte un sacco di zucchero, e poi i reni fanno lavoro straordinario per sbarazzarsi dello zucchero in eccesso nel sangue, che, naturalmente, porta a più pipì, che poi a sua volta porta a più bere .

Circolo vizioso, non è vero?

Perdita di peso

Allora, perché c’è la perdita di peso?

Perché se il corpo non può utilizzare le materie che gli vengono inviate attraverso il cibo, si rivolgerà alla sua dispensa. La dispensa è tutto ‘grasso’ del corpo; è stato conservato per momenti esattamente come questo – i tempi della fame. Le cellule razziano la dispensa, ma se la dispensa non può essere rifornita (perché non c’è insulina per fornire la chiave), il corpo utilizza tutta la roba immagazzinata, e poi comincia a distruggere se stesso in modo da avere abbastanza cibo per mantenere la funzioni vitali – il cervello, il cuore e i polmoni. La perdita di peso viene dal saccheggio della dispensa e anche se si immette cibo nel corpo – non si può usare, perché non c’è l’insulina per sbloccare la porta e lasciare che lo zucchero entri da tutto quel cibo che è stato mangiato.

Se il corpo non può ottenere abbastanza cibo e zucchero dal grasso immagazzinato, si rivolgerà ai muscoli. Può aiutare pensare a questo processo come se si trattasse di una casa con una brutta bufera di neve fuori. Diciamo che questa tempesta ha imperversato per un po’ ‘di tempo. Hai mangiato tutto ciò che c’era in frigo, e bruciato tutta la legna che avevi. Ora, sei infreddolito e affamato. Inizi a prendere le riserve dalla dispensa, e presto finiscono anche quelle. Hai bruciato le sedie e il tavolo da pranzo per scaldarti. E la tempesta è ancora in corso – nessuna tregua in vista. Ora che farai? Inizi a prendere gli armadi e li utilizzi come legna da ardere e poi le librerie. E poi le pareti. Questo è più o meno ciò che il corpo sta facendo abbattendo i muscoli; utilizzando le strutture della casa (corpo) come fonte di energia per mantenere i sistemi vitali.

I chetoni

Quando tutto il grasso è esaurito, il corpo si rivolge ai muscoli come fonte di cibo. Il corpo cannibalizza se stesso, di nuovo per conservare le funzioni vitali, e scomporre le proteine ​​di cui sono fatti i muscoli. Questo è un problema, lo sai? Quello che succede è che la cellula prende quello di cui ha bisogno da questi muscoli rotti, e lascia il resto nel flusso sanguigno. Quando quella roba arriva ai reni, i reni sono di nuovo in affaticamento, cercando di sbarazzarsi di questa roba – chiamati chetoni – e li getta fuori nelle urine. I chetoni sono i prodotti finali delle proteine in eccesso ​​- o avanzi di muscoli – e sono il risultato di non avere insulina nel sangue che faccia entrare lo zucchero nelle cellule. Il corpo rompe i muscoli (gli armadi e le pareti della “casa”), e i sottoprodotti sono chiamati chetoni.

Il più grande problema con i chetoni è che intasano i reni e i punti di raccolta. Sono come i capelli in uno scarico – un po’ non sono un problema grave, ma raccogline un sacco e ottieni un bello scarico intasato. Quindi, se i chetoni stanno intasando lo scarico, la roba che i reni devono far uscire dal corpo – zuccheri, proteine ​​in eccesso, e un sacco di tossine – rimane nel sangue, e presto, i reni si arrendono; non possono lavorare in queste condizioni, quindi incrociano le braccia ed entrano in sciopero. Se ciò accade, si chiama “insufficienza renale acuta”, ed è piuttosto grave.

La soluzione: l’insulina

Con l’insulina, tuttavia, le cellule ottengono lo zucchero di cui hanno bisogno perché l’insulina è la chiave per la porta dello zucchero. Le cellule non devono ricorrere ad abbattere i muscoli; non devono trovare altre fonti di zucchero per produrre energia. Non vanno in modalità fame, e non diventano disidratati perché i reni stanno usando tutta l’acqua disponibile nel corpo. Tutto funziona il modo in cui dovrebbe, e non si attiva nessun sistema di backup. Le cellule prosperano, producono energia necessaria per tutto, e tutto è in equilibrio (chiamato “omeostasi”).

Abbiamo bisogno di sostituire l’insulina, poichè è il fondamento di tutto qui. Se vi è un ormone più importante di qualsiasi altro, è l’insulina. Ma è anche un ormone pericoloso. Se si mette l’insulina nel corpo, c’è sempre la possibilità di produrre la temuta “Insulin Gestapo” e avere un evento di bassi livelli di zucchero (chiamato ‘ipoglicemia’). Ma di nuovo, il modo di affrontare è quello di esaurire la Gestapo – darle tutto lo zucchero che può gestire, e stancarli tutti.

Come iniziare

Usa l’insulina con cautela . “Start low, go slow” (Inizia basso, vai lento) è il motto qui. Non iniziare a dare un sacco di insulina all’inizio, perché non sai davvero quanto zucchero il tuo piccolo ha a disposizione. Quando aumenti, aumenta lentamente; previeni l’arrivo dell’Insulin Gestapo testando con attenzione, monitorando, e gestendo bassi livelli di zucchero rapidamente. E soprattutto non dare alte dosi di insulina, se stai cambiando la dieta con una ad alto contenuto di proteine e basso di carboidrati. Questo potrebbe essere tutto ciò di cui il vostro “padrone” felino ha bisogno – un cambiamento di dieta. Ma non lo puoi sapere a meno che non testi regolarmente, giusto? Cambia la dose dopo che hai cambiato la dieta, ma non allo stesso tempo. In caso contrario, come puoi capire se ha avuto l’effetto che volevi?

E prima di essere sopraffatto dai test e dalle iniezioni, realizza questo: è assolutamente fattibile. È un’abilità appresa, e avrai alcuni alti e bassi, ma tu e il tuo amico peloso potete imparare insieme. Ci sono un sacco di tutorial disponibili, e ci sono molte persone qui che vi aiuteranno ad affrontare tutto questo. Puoi farlo!

Questo è ciò che il diabete è, in poche parole. È un problema a cui si può sopravvivere, cronico e comune per le persone e per felini. La buona notizia è che nei felini, a volte le cellule beta tornano dalle vacanze, guariscono e tornano al lavoro! Questo non accade negli esseri umani… gatti fortunati, no?